Il Teatro Ghione si occupa di progetti realizzati in collaborazione con diverse Onlus , tra cui IncontraDonna Onlus, INRC ( Istituto Nazionale per le Ricerche Cardiovascolari), Sogno di Bambino Onlus, Tre Cuori per la Musica. Lo scopo  è di aprire le porte a diverse realtà che possano essere sostenute e conosciute, confermando il ruolo del teatro come strumento di crescita e luogo di condivisione.

INCONTRADONNA ONLUS

IncontraDonna onlus è un’Associazione no profit su base volontaria fondata nel giugno 2008, rivolta alle donne e agli uomini che desiderano informarsi in modo corretto e conoscere adeguatamente una patologia di grande rilevanza sociale e il come fare prevenzione: il tumore del seno.

IncontraDonna nasce innanzitutto per rispondere ai bisogni delle donne, con l’intento di fornire strumenti per affrontare sì il percorso di diagnosi e cura, ma soprattutto, per non sentirsi abbandonate nel “dopo”.  La Donna al Centro della Cura, la Donna al Centro della Salute, la Donna al Centro…….di una serie di attività che possano far crescere le donne in un percorso di conoscenza e di responsabilizzazione nei confronti della malattia avuta.

"IL TEATRO FA BENE"

Incontra Donna Onlus e il Teatro Ghione promuovono dei laboratori teatrali per le donne che hanno attraversato un percorso oncologico. La Teatro Terapia permette a chi ha conosciuto il tumore di reinventare se stesse e il proprio corpo, di esprimere sul palco emozioni forti, di interpretare altro da sè per guardarsi dentro e scoprirsi diverse, con la voglia di andare incontro al futuro con rinnovata speranza.

SOGNO DI BAMBINO ONLUS

logop

“Sogno di Bambino Onlus”, questo è il nome della nostra associazione.
Un’associazione che nasce da un’esperienza personale, quella del suo fondatore Antonio, dei suoi due figli Alessandro e Alice e di una mamma che purtroppo non c’è più, ma Alessandro, che non l’ha mai conosciuta, all’età di 8 anni una notte la sogna che scende dal cielo, tra un grappolo di stelle, diventando una farfalla che si appoggia sulla sua mano.

L’associazione ha lo scopo di promuovere e sostenere progetti di accoglienza e cura dei bambini ed il sostegno delle loro mamme.
Per riuscirci è necessario il tuo sostegno, lo potrai fare con un gesto semplice, ma importante: la tua donazione libera o l’acquisto del brano “Quel sogno di un Bambino” su Amazon oppure su Itunes e tutti i music store.
Ancora una volta la musica diventa strumento di condivisione e solidarietà suscitando emozioni attraverso questa canzone ed il suo messaggio così semplice ed universale ed allo stesso tempo così profondo ed autentico.

SANES ONLUS

La S.A.Ne.S. Onlus (Studio e Assistenza alle Neoplasie del Sangue – Claudio Pacifici) nasce a Roma nel 1984 presso l’Ospedale San Camillo, per iniziativa dei genitori del giovane Claudio Pacifici, e grazie al forte impegno dell’allora Primario di Ematologia Prof. Antonio De Laurenzi e alla generosità di privati.  La S.A.Ne.S. ha personalità giuridica riconosciuta dal Ministero della Sanità ed ha acquisito per legge la qualifica di ONLUS. La S.A.Ne.S. Onlus è iscritta nel registro delle Associazioni di Volontariato Sezione Sanità, Sezione Servizi Sociali e Sezione Gruppo Donatori della Regione Lazio.

La mission della S.A.Ne.S. è racchiusa nei seguenti punti: promuovere campagne di donazione sangue allo scopo di contribuire al superamento delle problematiche sanitarie e sociali connesse alla carenza di sangue e di emo-componenti in Italia ed in particolare nel Lazio;collaborare con le strutture sanitarie nell’assistenza ai pazienti (e ai loro familiari) con particolare riguardo a quelli affetti da malattie neoplastiche del sangue; promuovere e favorire lo studio e la ricerca in merito al benessere clinico e socio-psicologico dei pazienti onco-ematologici e dei care-givers; svolgere attività di divulgazione e sensibilizzazione in ambito sanitario e sociale; promuovere campagne di raccolta fondi per il finanziamento dei servizi offerti a titolo gratuito.

sono ormai le Associazioni di Volontariato, specialmente quelle che come la S.A.Ne.S. che operano in ambito socio-sanitario, che spesso integrano in tutto o in parte l’operato delle Istituzioni o Enti preposti a fornire specifici servizi.

Farlo gratuitamente e con il sorriso sulle labbra è la missione di noi volontari.

progetto-senza-titolo-27

INRC - Istituto Nazionale per le Ricerche Cardiovascolare

La data di nascita del Consorzio Interuniversitario per la Ricerca Cardiovascolare è quella del 18 ottobre 1996 con la sottoscrizione, da parte dei delegati dei Rettori di ben 11 Università italiane, dell’atto notarile della sua costituzione formale e l’approvazione del relativo Statuto .La proposta di costituire questo Consorzio è emersa, dopo ampie e approfondite consultazioni avvenute negli anni 1994/95 fra docenti e studiosi universitari con qualificate competenze scientifiche nell’ambito dell’apparato cardiovascolare.

Durante questi incontri si è consolidata la necessità  e l’importanza di dare vita ad una struttura istituzionale per organizzare, nel contesto nazionale ed internazionale, un’attività scientifica  più coordinata e congiunta  nel settore della ricerca cardiovascolare. Ciò allo scopo di  mantenere, sviluppare e far crescere in maniera integrata sia la ricerca di “base” sia quella “clinica”, per la prevenzione e la cura di malattie assai invalidanti che costituiscono la prima causa di morte nelle civiltà occidentali. Questo obiettivo richiede un approccio mirato nello sviluppo della problematica scientifica che, partendo dagli aspetti fisiopatologici, deve indirizzarsi verso la definizione patogenetica della malattia, e quindi verso la formulazione di nuove strategie terapeutiche

logo-cuore-2

YLENIA E GLI AMICI SPECIALI ASSOCIAZIONE ONLUS

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO Fondata da genitori di ragazzi con disabilità diverse. SOSTENIAMO i loro diritti e aiutandoli a proteggerli e a realizzarli.

impegnata a promuovere il progetto ‘Dopo di Noi Durante noi’, una casa famiglia che abbia in sé non solo la soluzione all’ineluttabile ‘dopo di noi’ ma anche la risorsa del lavoro e dell’impegno per gli abitanti della casa e per quelli che la frequenteranno giornalmente, ognuno con le proprie competenze.
Una casa aperta al territorio dove chi sta dentro può uscire ma anche chi sta fuori può entrare. Un progetto concepito come un’impresa sociale, che sia residenza protetta ma anche occasione di lavoro e reddito, per reimpiegarlo in attività che hanno una finalità sociale, per il Bene Comune

progetto-senza-titolo-28

TRE CUORI PER LA MUSICA

Cardiologi musicisti in concerto per il cuore dei bimbi africani

“Le note del cuore…battono per l’Africa”, a Roma l’evento musicale per donare elettrocardiografi e strumenti musicali ai bambini della Costa d’Avorio.

L’iniziativa, realizzata con il supporto incondizionato di Daiichi Sankyo Italia, nasce dall’impegno di “Tre cuori per la musica”, “Istituto Nazionale per le Ricerche Cardiovascolari” e “Insieme per un cuore più sano”

L’Africa Subsahariana mantiene ancora i tassi di mortalità infantile più elevati al mondo – quasi 15 volte più della media nei Paesi ad alto reddito. Il decesso perinatale e in particolare quello causato dalle malattie cardiache congenite è diventato la seconda causa di morte. Queste cifre, così come avviene nei Paesi occidentali, potrebbero ridursi drasticamente se si perseguisse lo sviluppo di attività di screening e diagnosi precoce delle patologie cardiovascolari. Per dare concreto sostegno a questo importante obiettivo, band composte da talentuosi cardiologi musicisti  si sono esibiti palco del Teatro Ghione con il concerto benefico “Le note del cuore battono per l’Africa”, un progetto ideato da 3 associazioni ONLUS romane con il contributo incondizionato di Daiichi Sankyo Italia.

In principio fu il successo di “Battiti”, la prima serata di beneficenza in cui cardiologi e neurologi dei più importanti ospedali romani si misero in gioco nell’inedita veste di raffinati musicisti e attori per spiegare al pubblico la fibrillazione atriale e l’ictus, poi per supportare le attività di diverse associazioni di pazienti e infine, lo scorso anno, per contribuire a dotare gli ospedali romani più periferici di importanti strumenti diagnostici.

La salute e la musica rappresentano due beni preziosi che vanno di pari passo. Tutti devono avere la possibilità di beneficiare della diagnosi precoce di condizioni patologiche e nello stesso tempo tutti, e soprattutto i bambini, devono godere degli splendidi vantaggi di ascoltare e fare musica

progetto-senza-titolo-29